#DrinkNRead di Quattrocchi su Intervista col vampiro

Il #DrinkNWitch di oggi è tinto di rosso: sarà veramente vino caldo speziato quello che è nei vostri calici? Oppure, serve solo a mascherare la vostra vera natura, sull’esempio dato da #Lestat e Louis in “Intervista col Vampiro” (1994)?

Capostipite di una tradizione di pellicole dedicate alle creature della notte, questo film è caratterizzato da tonalità oscure e crudeli, preponderanti rispetto ai momenti romantici. Tutto ruota attorno alla frase pronunciata da Lestat nel momento in cui si accinge a trasformare Louis in un vampiro: “Ti darò la scelta che a me non fu mai data”.

C’è possibilità di giusto e sbagliato nell’universo spietato dei vampiri?
Si può avere un cuore o, almeno, un senso di colpa, una morale?
Come il vin brulé caldo e profumato, la condizione dei vampiri può sembrare allettante, ma se si esagera può dare alla testa o scottare, e “Intervista col vampiro” mostra proprio questo, l’altra faccia della medaglia: la solitudine, l’oscurità, la spietatezza.
Per gli amanti della
#suspense e del #noir è indubbiamente un perfetto film di #Halloween!

Per la ricetta ci affidiamo a Giallo Zafferano: fateci sapere com’è venuto il vostro Vin Brule’!

#DrinkNWitch – Intervista col vampiro