Binge watching natalizio: Downton Abbey

Ho divorato questa serie nonostante le puntate durino circa un’ora.
Ogni volta che ne parlo, mi torna subito in mente la sigla, l’atmosfera inglese e sento la mancanza dei personaggi.
Ma di cosa parla?

Downton Abbey è ambientata nell’Inghilterra dei primi anni del Novecento. L’intero drama storico gira intorno alle vicende della famiglia Crawley e dei loro servitori.
La storia parte il 15 aprile 1912, data dell’affondamento del RMS Titanic: su questa nave viaggiavano i cugini eredi della tenuta e della dote della contessa Cora.
Il nuovo beneficiario diventa Matthew, cugino di terzo grado e avvocato.
L’idea che un lavoratore, che non intende adattarsi alla vita aristocratica, sia l’unico erede non convince nessuno dei Crawley, così attaccati alle tradizioni.

Da qui si sviluppa l’intera trama, che andrà a toccare temi importanti come la concezione della figura femminile, i problemi politici legati alle differenze sociali, alla xenofobia e al razzismo di quegli anni.

Consigliata a:

  • chi è curioso di conoscere la storia inglese, tanto quanto i punti di vista dei singoli individui che ne hanno fatto parte;
  • chi adora l’intreccio amoroso con il giusto tono dell’intrigo;
  • chi cerca personaggi coinvolgenti, con quel tipico sarcasmo inglese e tutti con le loro peculiarità.

Ovviamente non manca l’aspetto natalizio: gli speciali sono dedicati al Natale e posso assicurare che non deludono.

E una volta che sarai diventato grande fan di questa serie, tanto da non poterne fare più a meno, tanto da mettere la sigla come suoneria del telefono, non ti resterà che entrare nel magico mondo di @downtonabbeyitalia che mi ha già dato un’ottima notizia: nel 2019 tornerà Downton Abbey *^*

Francesca

-6 | #OCCHIOALNATALE