The Handmaid’s Tale: confronto tra libro e serie tv

Dopo un inizio fast and furious di letture, sto passando un momento di calma piatta.
Leggo poco e quando leggo alla sera mi addormento quasi subito.
Per fortuna ho portato a termine per la Quattrocchi Reading Challenge Il racconto dell’ancella quando ancora viaggiavo spedita.

Ho inserito il romanzo nella sezione “libri di cui hai visto film o serie tv”.
Di solito seguo il processo inverso: prima leggo il libro e poi guardo la versione cinematografica.
Ma qualche volta mi capita di finire al cinema senza conoscere l’opera originale. Mi è successo con Il grande Gatsby, che ho amato in entrambe le versioni, e anche con Assassinio sull’Orient Express, di cui ho scritto il primo confronto.

Quindi eccomi qui a mettere romanzo e serie tv l’uno di fronte all’altra.
Quale mi sarà piaciuto di più?
Quali sono le differenze che li caratterizzano?

Sono pronta a rispondere a queste e ad altre domande senza fare spoiler! Continua a leggere “The Handmaid’s Tale: confronto tra libro e serie tv”

Geminoid F e Hatsune Miku: corpi e anime di androidi e vocaloid

Quanto della fantascienza è scienza e quanto fantasia?

Me lo sono chiesta spesso, soprattutto nel leggere i libri di Jules Verne o nel guardare i film dedicati agli X-men.
Per non parlare delle produzioni giapponesi che mostrano un avanzamento tecnologico così radicato da sembrare surreale.

Ma è proprio dal Giappone che arrivano due entità femminili che mettono in dubbio l’aspetto fantastico degli anime.
Si tratta di Geminoid F, fembot attrice di teatro, e Hatsune Miku, vocaloid conosciuta in tutto il mondo per i suoi concerti spettacolari.

Due figure femminili di cui non vedevo l’ora di parlare e che aprono discussioni intriganti.

Continua a leggere “Geminoid F e Hatsune Miku: corpi e anime di androidi e vocaloid”

Cosa si nasconde dietro la religione negli anime

Perché gli anime e i manga ci piacciono tanto?
Noi di Quattrocchi ci abbiamo riflettuto e siamo arrivate alla conclusione che, più di tutto, apprezziamo l’ispirazione alla cultura religiosa, riadattata in base al genere dell’anime o del manga stesso.
Parlare di religione, che sia la propria o quella di un altro paese, e inserirla in racconti per ragazzi o per stranieri, non è certo facile.

I più giovani potrebbero avere difficoltà a comprendere certi meccanismi, al pari di uno straniero che si trova catapultato in una cultura completamente diversa dalla sua.
Capita, quindi, che per rendere appetibile una trama, si tolgano o mascherino gli aspetti più complessi.  Altre volte si attinge a quello che è contenuto nella pop culture, ossia a concetti, idee e opinioni diffuse e condivise dalla maggioranza.
E poi ci sono opereche sfruttano l’aspetto religioso o magico per farci riflettere.

Continua a leggere “Cosa si nasconde dietro la religione negli anime”