Sopravvivere al pranzo di Natale: “Creiamo cultura insieme”

Ciao Quattrocchi,

ci ho pensato molto a come avrei potuto presentarti il libro Creiamo cultura insieme di Irene Facheris.
La cultura è il tubino nero di Chanel, il prezzemolo dei tuoi piatti: in qualsiasi occasione, dona. Ma come ben sai, durante il conto alla rovescia con gli occhiali il tema principale deve essere il Natale.

Dopo anni di esposizione a film natalizi e commedie, ho capito che se i protagonisti di quelle storie avessero avuto per le mani Creiamo cultura insieme, si sarebbero risparmiati bisticci e fraintendimenti.
E a noi, forse, sarebbero arrivati meno film banali e dalle trame sempre identiche.
Poi durante la maratona di Il Filomas Redathon ho letto Un Natale in giallo della Sellerio Editore e ho capito che a Natale la serenità non è così scontata…
Continua a leggere “Sopravvivere al pranzo di Natale: “Creiamo cultura insieme””

Consiglio un racconto: “La Ghostwriter di Babbo Natale” di Alice Basso

Ciao Quattrocchi,
non è Natale senza un buon racconto.
E se si tratta pure di un giallo, siamo a cavallo!

Per la giornata dedicata alle storie brevi penso di avere trovato il racconto perfetto: La Ghostwriter di Babbo Natale, di Alice Basso. Una one-shot di 38 pagine che potete trovare anche in formato e-book su MLOL+. Continua a leggere “Consiglio un racconto: “La Ghostwriter di Babbo Natale” di Alice Basso”

Caro 2018, caro 2019…

L’anno scorso ho condiviso con voi Quattrocchi la mia tradizione della “Letterina sotto al piatto“, mentre quest’anno ho deciso di indirizzare i miei pensieri ai due protagonisti di queste feste: l’anno che sta per passare e quello che sta per arrivare.

Caro 2018,

Sei stato un anno incredibilmente difficile, al di là di ogni mia previsione. Lo scorso Gennaio ti ho affidato le mie speranze e i miei sogni, come ho fatto con anche tutti i tuoi predecessori, e tu hai deciso di sconvolgere i miei piani il più delle volte. Ho fatto fatica, mi sono dovuta adattare alle circostanze e ho dovuto fare tesoro di ogni piccolo momento di serenità (perché comunque, dai, te lo concedo, ce ne sono stati!).

Per questo tuo comportamento inqualificabile, non ho che una parola da dirti.

Continua a leggere “Caro 2018, caro 2019…”