Indossare il proprio corpo: a volte mi sembra della forma sbagliata

Estate: caldo, sole, spiaggia, mare. Acqua, calma, libri.
Questo è il gioco di associazione che faccio ogni volta che penso a questo periodo. Un periodo che sa rendermi felice, serena e allo stesso tempo angosciata.

Nessun altro periodo dell’anno mi regala questo trito di emozioni.
Perché?
Perché in estate mi scopro, indosso il mio corpo e a volte mi sembra della forma sbagliata.

Dal momento che so di non essere la sola a fare questi pensieri, ho deciso di scriverci su, così magari possiamo parlane a quattrocchi.
E colgo pure l’occasione per presentarvi due profili social sulla body positivity.

Continua a leggere “Indossare il proprio corpo: a volte mi sembra della forma sbagliata”

Cyberbullismo e Instagram Stories alla guida: @camihawke fa comunicazione sociale

Seguo @camihawke da più di un anno.
Una persona spassosa con un lessico invidiabile, che tra una rece umile e un Oroscophake mi fa davvero ridere, e insieme a me più di 700 mila persone.

La spontaneità con cui Camilla ci porta nella sua vita quotidiana crea ancora più coinvolgimento. E tra i suoi meriti c’è quello di avere creato una community sana, in cui ognuno si sente sereno di poter partecipare.

Purtroppo non tutte le community sono formate da gente educata, consapevole della presenza di una persona dall’altra parte dello schermo.
Un atteggiamento che rivediamo anche in altre azioni, come quella di fare Instagram Stories alla guida.

Ecco, quindi, come Camihawke ha deciso di fare comunicazione sociale.
Continua a leggere “Cyberbullismo e Instagram Stories alla guida: @camihawke fa comunicazione sociale”

Il fotografo che trova conforto nell’inverno: intervista a Paolo Barretta

Paolo Barretta è uno dei fotografi più giovani e promettenti del panorama artistico italiano.
Con lui ho trascorso un piacevole pomeriggio a Bologna, parlando di fotografia e arte e sorseggiando tisane allo zenzero.

Paolo, iamwinter per i suoi follower su Instagram, è nato in provincia di Salerno nel 1994. Dopo aver studiato alla Romeur Academy di Roma e aver vissuto a Milano, si è stabilito nel capoluogo emiliano-romagnolo.

La scelta di questo nickname è semplice: l’inverno è la sua stagione preferita e in esso trova conforto, un conforto che la stagione calda non sa donargli.

Continua a leggere “Il fotografo che trova conforto nell’inverno: intervista a Paolo Barretta”