Essere studenti in Cina

Abbiamo parlato parecchio di Cina qui su Parola di Quattrocchi, ma questo punto di vista mancava: come orientarsi per un viaggio – studio?

Prima di tutto, come insegna la Guida Galattica per gli autostoppisti, “Don’t panic”! Si tratta di un’esperienza che può riservare sorprese stupefacenti, basta superare quel momento in cui ci si sente spaesati soprattutto se è la prima volta e se, come me, sei una persona che non ha occasione di viaggiare spesso.

Nell’ambito della collaborazione con Whiri Whiri, ecco la mia “guida terrestre” per studenti occidentali in Cina!

Continua a leggere “Essere studenti in Cina”

Tre letture nordiche per combattere la calura estiva

Siamo a luglio, il caldo è insopportabile e il clima umido della Pianura Padana non è l’alleato migliore per combattere queste lunghe giornate estive.
Ogni giorno conto quante notti mi separano dall’arrivo dell’inverno e, soprattutto, dalle vacanze natalizie.

Poiché non mi è possibile vivere nel frigorifero e non sopporto l’aria condizionata, ho deciso di trovare un po’ di refrigerio immergendomi in tre letture nordiche che, car* Quattrocchi, voglio consigliarti:

  • Doppio vetro di Halldóra Thoroddsen
  • Il libro del mare di Morten A. Strøksnes
  • Storia di Ásta di Jón Kalman Stefánsson

I tre romanzi sono stati pubblicati da Iperborea, una casa editrice milanese fondata nel 1987 da Emilia Lodigiani che si occupa esclusivamente di letteratura nord-europea.
Le opere di Iperborea sono facilmente riconoscibili dal formato, di dieci centimetri per venti, che rimanda alla forma del mattone di cotto, e dalle squisite copertine dai colori pastello, con grafica pulita e curata, che evocano la tranquillità dei Paesi nordici.

Sei pronto ad affrontare questo viaggio che, magari, ci aiuterà a sopportare la calura estiva?

Continua a leggere “Tre letture nordiche per combattere la calura estiva”

Unioni civili: perché sono importanti per tutti

Questo 4 giugno abbiamo festeggiato il cinquantesimo anniversario del Gay Pride, la sfilata per la rivendicazione dei diritti della comunità LGBTQ.

Cinquant’anni sono tanti, soprattutto quando si deve lottare per vedere riconosciuto il proprio orientamento sessuale e la libertà di esprimerlo.
Per fortuna, questa lotta continua non è stata inutile e oggi possiamo vederne i risultati.

Intendiamoci, le coppie omosessuali ci sono sempre state, ma grazie a queste battaglie, sempre più persone hanno avuto il coraggio di uscire allo scoperto. Ci sono ancora molte, troppe difficoltà, ma non si può neppure negare che la reazione sociale sia di gran lunga migliorata rispetto a qualche decennio fa.
Tutto ciò ha costretto (un brutto termine da utilizzare, ma è la verità) il legislatore italiano a predisporre una legge per regolare questo tipo di rapporti.

Con la legge n. 76 del 20 maggio 2016, sono nate le unioni civili. E se da un lato è normale che il diritto si trovi sempre un passo indietro rispetto alle evoluzioni sociali, è altrettanto vero che un riconoscimento giuridico segna un traguardo fondamentale verso l’obiettivo dell’integrazione.

Ma come funzionano davvero le unioni civili? Continua a leggere “Unioni civili: perché sono importanti per tutti”