Caro 2018, caro 2019…

L’anno scorso ho condiviso con voi Quattrocchi la mia tradizione della “Letterina sotto al piatto“, mentre quest’anno ho deciso di indirizzare i miei pensieri ai due protagonisti di queste feste: l’anno che sta per passare e quello che sta per arrivare.

Caro 2018,

Sei stato un anno incredibilmente difficile, al di là di ogni mia previsione. Lo scorso Gennaio ti ho affidato le mie speranze e i miei sogni, come ho fatto con anche tutti i tuoi predecessori, e tu hai deciso di sconvolgere i miei piani il più delle volte. Ho fatto fatica, mi sono dovuta adattare alle circostanze e ho dovuto fare tesoro di ogni piccolo momento di serenità (perché comunque, dai, te lo concedo, ce ne sono stati!).

Per questo tuo comportamento inqualificabile, non ho che una parola da dirti.

Continua a leggere “Caro 2018, caro 2019…”

Lo stress da regali è OUT

Le feste si avvicinano rapidamente ed è arrivato il momento di preparare pensieri per le persone care. Fra i mille impegni della vita quotidiana, talvolta pensare anche ai regalo di Natale può diventare un impiccio, un’imposizione, una convenzione fastidiosa che non vediamo l’ora di toglierci dai piedi, sopratutto se siamo persone che non amano farli. Eppure, dato che anche al Grinch si è scaldato il cuore alla fine della storia, condivido con voi i miei consigli affinché scegliere un regalo diventi un piacere, più che un dovere.

Continua a leggere “Lo stress da regali è OUT”

Navigando sulle onde di Hokusai

Il miglior consiglio che mi venga in mente per questo calendario dell’avvento è: approfittate di queste vacanze per vedere cose nuove. Non parlo solo di viaggiare, ma anche di ampliare i propri orizzonti culturali come sta facendo la città di Bologna in occasione del 150° anniversario delle relazioni bilaterali Italia-Giappone. 

Fino al prossimo 3 Marzo 2019, presso il Museo Archeologico di Bologna, sarà possibile visitare Hokusai Hiroshige – Oltre l’onda, una splendida mostra dedicata a due grandi nomi dell’arte Giapponese. Katsushika Hokusai è stato un pittore e incisore giapponese; nel corso della sua carriera, lunga più di sessant’anni, realizzò una vasta collezione di xilografie, soprattutto su soggetti teatrali e paesaggistici, come le celebri Trentasei vedute del Monte Fuji.
Il suo collega Utagawa Hiroshigea sua volta incisore e pittore coltivò come l’oggetto principale della sua arte la natura e la sua rappresentazione in chiave morfologicamente armonica.

Continua a leggere “Navigando sulle onde di Hokusai”