Off-White e arte concettuale, l’importanza della parola

Che cos’hanno in comune una maison di moda ed uno dei più grandi artisti della corrente concettuale? Che tu ci creda o no, più o meno tutto. A partire dal generale dissenso dei meno appassionati, fino alle modalità di realizzazione del prodotto. Sto parlando, per la precisione, di Off-White e di Joseph Kosuth.

Cos’è Off-White?

Cos'è Off-White?

Andiamo con ordine. Off-White è una maison nata nel 2012 a Milano. Il suo fondatore, Virgil Abloh, ha deciso di proporre una linea di lusso, ma che producesse streetwear. I capi che propone sono oggetto di reazioni controverse, soprattutto per il pubblico italiano, perché il nostro paese è ancora poco abituato a questo stile, si tratta di un fenomeno piuttosto recente e che è più comune in America. Delle molte proposte delle varie collezioni, voglio soffermarmi in particolare sui prodotti dalla linea più minimal in senso stretto, tanto da recare sopra il loro stesso nome scritto sopra (ad esempio, un portafogli che si chiama wallet).

Chi è Joseph Kosuth?

Chi è Joseph Kosuth?
Via: MoMa

Joseph Kosuth è un artista nato nel 1945. La sua produzione è legata alla corrente concettuale e, secondo la sua idea, lo spettatore si allontana dall’esperienza estetica, per avvicinarsi a quella simbolica. Per farlo, ricorre ad un processo complicato quanto geniale: ad esempio, la sua opera One and three chairs è composta da una sedia vera e propria, la definizione che di essa si trova nel vocabolario e la sua rappresentazione fotografica. Questo processo tende a smaterializzare l’oggetto, portandolo ad una dimensione segnica, cioè quella della parola, nonché ad un insieme di scritti che vengono collegati fra di loro.

La parola come fil rouge

Parola

Avrai capito anche tu che il fil rouge del discorso passa proprio attraverso la parola. È interessante la maniera in cui essa può essere utilizzata per scopi diversi, con pesi differenti. Se in Kosuth è il mezzo attraverso cui esprimere un profondo concetto che punta all’allontanamento dall’esperienza estetica, quello di Off-White è un geniale modo di lanciare la bomba dell’irriverenza in un mercato così conservatore e difficile come quello della moda di lusso. Esattamente come, per certi versi, fa anche Balenciaga: capi di alta moda che fanno storcere il naso per il loro dubbio gusto diventano il mezzo attraverso cui gli stilisti di oggi stanno facendo evolvere il mondo della sartoria.

Fun Fact

Fun Fact

Via: nssmag

Off-White un anno fa ha deciso di celebrare il centenario della scultura Fontana di Marcel Duchamp, collocando la firma fasulla che Duchamp appose sull’opera (R. Mutt), sul fronte e sul retro di una felpa, disegnata apposta per l’occasione.

Il mondo dell’arte è poliedrico, complicato, ma affascinante! Ricordati sempre che tutto può essere considerato arte: tutto ciò che ha la stoffa per cambiare il mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.