Itinerario su misura in base alla tua personalità: alla scoperta di Torino

Hai mai pensato a quanto sarebbe bello avere una mappa che ti consiglia un itinerario su misura?
Risparmieresti tempo e apprezzeresti molto di più il luogo che hai deciso di visitare. Inoltre tra non molto è San Valentino e Torino è una città romantica sotto sotto.

Si dà anche il caso che sia una grande città e, come tutte le grandi città, serba delle bellissime sorprese a chi ha il coraggio di allontanarsi dalle vie principali. Questo piccolo itinerario è strutturato in modo tale da poterti guidare verso le mete che più potresti (o che potreste) preferire.

1. Torino orientale

bao.jpg
Mu Bao – Via Accademia delle Scienze

Torino a differenza di altre metropoli come Milano non ha un vero e proprio quartiere orientale.
Con un po’ di pazienza sono riuscita a scoprire diversi locali validi (e soprattutto cheap!) per dare un morso alla cultura orientale.

Per spendere poco e mangiare bene, ad esempio, Mu Bao è il posto giusto.
Si trova in Via Accademia delle Scienze, vicino a Piazza Carignano, ma devi farci attenzione perché è molto piccolo e rischi di non vederlo!
All’interno non ci sono posti a sedere ma niente paura, il tuo bao (un panino ripieno cotto al vapore) lo potrai mangiare anche camminando per il centro.

A questo punto dirigiti verso via San Domenico che si trova nel quartiere del Quadrilatero Romano, e goditi un viaggio nella collezione del bellissimo MAO (Museo d’Arte Orientale).
La visita ti richiederà qualche ora, ma ti assicuro che ne vale la pena.

mao.jpg
MAO – via San Domenico

Dopo la visita avrai bisogno di un posto in cui fermarti un attimo, magari ti sarà venuta voglia di un buon tè!
In tal caso recati da Kintsugi, in via Monte di Pietà, che offre una vasta scelta di dolci e infusi giapponesi.

kin.jpg
Kitsuji – via Monte di Pietà

2. Torino in solitaria

Non preoccuparti, non c’è nulla di male ad avere l’istinto di passare una giornata solamente con chi dovresti amare di più al mondo: la tua persona.

È importante conoscere i luoghi giusti in cui poter passare del tempo a meditare sulle tue scelte o sugli obiettivi che vuoi raggiungere.
Ho la soluzione anche per te, e parte dalla colazione.

Piazza Santa Giulia cela una stupenda sorpresa di nome Share Wood: prenditi una spremuta e una fetta di torta, concediti del tempo sotto i rami dell’albero che sta al centro del locale.
Scatta anche un paio di foto, è decisamente un luogo instagrammabile!

SW.jpg
Share Wood – Piazza Santa Giulia

Finita la colazione puoi fare un salto ai Murazzi del Po, ai piedi della collina torinese.
Un posto magico e sottovalutato, spesso silenzioso, perfetto per pensare e rilassarsi. Aspettando l’ora di pranzo cammina fino a Via delle Rosine e visita una delle mostre che trovi presso CAMERA (Centro Italiano per la Fotografia), qui l’allestimento e l’aspetto curatoriale non deludono mai.

Camera1-680x365_c-590x317.jpg
Camera – Via delle Rosine

Se dopo la visita senti che la fame ti sta assalendo, sappi che sei proprio vicino alla zona universitaria, ricca di ristorantini molto economici e di alto livello, come Monegato.
Dopo pranzo regalati ancora qualche ora e vai fino in via Cesare Battisti, qui troverai un bar ancora più magico di Share Wood, che si chiama Mood Libri&Caffè.
Devo davvero spiegarti perché è così magico o il nome è abbastanza eloquente?

007_mood_caffe.jpg
Mood Libri&Caffè

3. Torino romantica

Se sei ancora in cerca del piano perfetto perché siete una coppia romantica, e proprio non ne volete sapere di passare San Valentino mangiando cibo da strada, non c’è problema, eccoti qua la soluzione!

Armatevi di scarpe comode (per quest’itinerario si camminerà molto) e chiedi a Google di portarvi in via San Dalmazzo, da Roses and Tea.
Gustatevi un buon tè accompagnato da una generosa fetta di torta, che a San Valentino la parola dieta non deve essere contemplata!

RAT2.PNG
Roses and Tea – via San Dalmazzo

Se però i sensi di colpa vi assaliranno ugualmente niente paura, con tutti gli zuccheri che avrete in corpo potrete sempre passeggiare per le vie del centro (ti assicuro che Via Lagrange è la più romantica!), fino ad arrivare alla Mole Antonelliana, nonché Museo del Cinema.
Monumento simbolo del capoluogo piemontese, si dà il caso che sia anche uno dei musei più interessanti della città.
Interattivo, divertente e per niente pedante. Inoltre potrete assaggiare uno scorcio di Torino dall’alto se deciderete di prendere l’ascensore panoramico.

MUSEO-NAZIONALE-DEL-CINEMA.jpg
Museo del Cinema – Via Montebello

Fate in modo di uscire dal museo un’oretta prima del tramonto e dirigetevi verso Piazza Vittorio.
Questa volta a Google dovrete chiedere di portarvi fino al Monte dei Cappuccini. Affronterete una camminata in cui potrete chiacchierare molto e osservare buona parte della bellissima collina torinese. Una volta arrivati in cima, poi, lo spettacolo sarà inimitabile e vi godrete un tramonto tutto piemontese.

Santa-Maria-al-Monte-per-sito-bassa0859
Monte dei Cappuccini

Siamo giunti alla fine di questo piccolo itinerario, che spero ti sarà utile almeno una volta nella vita!
Ma ricorda sempre che non c’è bisogno di aspettare San Valentino per passare una giornata a fare cose diverse dal solito, anzi, molto spesso sorprendere vale di più di un regalo calcolato, Quattrocchi!

Nell’articolo ti ho consigliato un po’ di tea room, preferisci il caffè?
Allora scopri 5 antiche caffetterie torinesi davvero uniche: #5tipidi caffè in giro per Torino.
L’iniziativa presentata nell’articolo non è più attiva, ma i caffè restano in tutto il loro splendore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.